Klimahouse 2017 La fiera del risparmio energetico
24 gennaio 2017
Made Expo 2017: tutti i numeri di un’edizione di successo
20 marzo 2017

fire extinguishers close up isolated on white background

Fasi di manutenzione degli estintori di incendio.

Dal 20 giugno 2013 è in vigore la norma UNI 9994-1:2013 “Apparecchiature per estinzione incendi; estintori d’incendio; manutenzione” relativa alla manutenzione degli estintori e relative responsabilità.

Questa norma specifica quali sono i criteri per una corretta manutenzione degli estintori di incendio, ovvero: controllo iniziale, sorveglianza, controllo periodico, revisione programmata e collaudo degli estintori di incendio, al fine di garantirne l’efficienza.

La UNI 9994-1:2013 si applica relativamente alla manutenzione ordinaria e straordinaria degli estintori di incendio portatili e carrellati, ad eccezione delle attività di installazione.

Sono previste, quindi, 4 distinte fasi di manutenzione:

1. CONTROLLO INIZIALE (punto 4.3 norma UNI 9994-1:2013). Serie di accertamenti comprendenti:

  • verifica che le iscrizioni e le marcature siano presenti e ben leggibili;
  • verifica dell’esistenza delle registrazioni delle attività di manutenzione eseguite sugli estintori d’incendio;
  • controllo che sia disponibile il libretto d’uso e manutenzione rilasciato dal produttore, ove previsto, ecc.

2. SORVEGLIANZA (punto 4.4 norma UNI 9994-1:2013). Viene verificato lo stato dell’estintore, in particolare viene accertato che:

  • l’estintore sia presente e segnalato con apposito cartello;
  • l’estintore sia chiaramente visibile, immediatamente utilizzabile e l’accesso allo stesso sia libero da ostacoli l’estintore non sia manomesso i contrassegni distintivi siano esposti a vista e siano ben leggibili;
  • l’indicatore di pressione (se presente) indichi un valore di pressione compreso all’interno del campo verde l’estintore non presenti anomalie (ugelli ostruiti, perdite, tracce di corrosione, sconnessioni, ecc.);
  • l’estintore sia esente da danni alle strutture di supporto ed alla maniglia di trasporto; se carrellato abbia le ruote funzionanti il cartellino di manutenzione sia presente sull’apparecchio e correttamente compilato

Tutte le eventuali anomalie riscontrate devono essere subito eliminate.

In questa fase deve avvenire la registrazione dell’avvenuta sorveglianza su apposito registro antincendio.

manutenzione-estintori2

3. CONTROLLO PERIODICO (punto 4.5 norma UNI 9994-1:2013) Con una cadenza semestrale il personale competente effettua una verifica dell’efficienza dell’estintore tramite una serie di accertamenti tecnici specifici a seconda del tipo di estintore. In questa fase deve avvenire la compilazione del rapporto di intervento, aggiornamento del cartellino di manutenzione e compilazione del registro antincendio.

4. REVISIONE PROGRAMMATA (punto 4.6 norma UNI 9994-1:2013) Il personale competente esegue una serie di accertamenti ed interventi per verificare e rendere perfettamente efficiente l’estintore. Tra questi interventi, è inclusa la ricarica e/o sostituzione dell’agente estinguente presente nell’estintore (polvere, CO2, schiuma, ecc.).

5. COLLAUDO (punto 4.7 norma UNI 9994-1:2013) Il personale competente verifica la stabilità dell’involucro tramite prova idraulica. È una misura di prevenzione.

La MANUTENZIONE STRAORDINARIA (punto 4.8 norma UNI 9994-1:2013) deve essere effettuata durante la vita dell’estintore, ogni volta che le operazioni di manutenzione ordinaria non sono sufficienti a ripristinare le condizioni di efficienza dell’estintore.

Il manutentore deve redigere il documento attestante le attività svolte, le anomalie riscontrate, gli interventi eseguiti, i ricambi utilizzati e la segnalazione di eventuali operazioni da eseguire.